MINI-ADDOMINOPLASTICA

Quando l’eccesso di cute e/o di adipe non interessa la parte superiore all’ombelico è possibile eseguire una addominoplastica con uno scollamento minore che non andrà ad interessare l’ombelico.
 

La tecnica è la medesima dell’addominoplastica solo con cicatrici più corte ed un recupero posto operatorio più rapido. Spesso tale tecnica è abbinata, come anche per l’addominoplastica, a liposuzzione dei fianchi e della regione sottocostale.

alternative all’addominoplastica

 

 

 

 

 

Il proposito dell’addominoplastica è la tonificazione dell’addome e l’assottigliamento del punto vita e dei fianchi per donare una nuova forma più slanciata alla zona mediana del corpo. Se il problema dell’addome è dovuto più ad un eccesso di grasso e la pelle si presenta comunque tonica, è possibile che il chirurgo plastico estetico consigli una liposuzione localizzata ma questa non determina lo stesso grado di tensione che produce l’addominoplastica, visto che non asporta porzioni cutanee.

Per casi gravi di deformazione addominale dovuta ad obesità, la Chirurgia Estetica costituisce in genere solo una tappa di un percorso chirurgico e terapeutico più ampio.

Nel caso invece di lassità addominale moderata e poco evidente, la tecnica chirurgica sostanzialmente è ridotta nell’entità delle incisioni. Sono inoltre efficaci alcuni tipi di approcci micro chirurgici anche combinati con altre metodiche, come la radiofrequenza e la cavitazione esterna per rassodare la cute e ridurre lo strato adipose.

In taluni casi di lassità addominale con un pannicolo adiposo non troppo rappresentato, un’ottima alternative è rappresentata dalla liposcultura laser assistita che oltre a rimuovere lo strato adiposo ha un’ottimo effetto liftante sulla pelle addominale.

 

Torna indietro

 
 

Contatti

Socio