GINECOMASTIA

Lo sviluppo del seno è un fenomeno fisiologico normale per ogni ragazza, ma a volte anche nell’uomo, attraverso l’età puberale, si verifica una certa attività ghiandolare che poi, passata l’adolescenza, cessa fino all’atrofia. Per il 40% circa dei ragazzi dopo i 14 anni un principio di ginecomastia è normale, tanto da far risultare evidenti i seni, ma poi l’eccesso di volume si normalizza per il 90 % di essi. Per la percentuale rimanente, il seno purtroppo resta voluminoso, in alcuni casi in modo anche molto evidente ed è causa di molti problemi psicologici e relazionali.

 

Il rigonfiamento della zona del torace può essere anche molto evidente e rendere le mammelle maschili simili ad un seno di donna.

In questa sezione si affrontano le soluzioni possibili sia per la ginecomastia propriamente detta, rappresentata da uno sviluppo ghiandolare anomalo, che per la “falsa” ginecomastia (o pseudo ginecomastia), causata da un semplice accumulo di grasso. Le opzioni chirurgiche possono essere anche realizzate nello stesso contesto, in quanto possono coesistere le due condizioni. In taluni individui, inoltre, la ginecomastia si presenta in modo asimmetrico, con una mammella più voluminosa o addirittura solamente da un lato. In tutti i casi la soluzione chirurgica è efficace e definitiva.

Ginecomastia: Vera o pseudo ginecomastia?

 

 

 

L'inestetismo in questione è il seno maschile con un aspetto femminile poiché troppo sviluppato. Il motivo di tale proiezione è la formazione di un tessuto adiposo o ghiandolare nella zona mammaria.

Nel caso che il seno sia formato effettivamente dallo sviluppo della ghiandola mammaria che nell'uomo è atrofizzata, siamo di fronte ad una ginecomastia vera. Oltre quindi al fattore estetico sarà opportuno indagare se Vi siano scompensi ormonali.

Con una certa frequenza l'inestetismo è formato invece da un semplice accumulo adiposo persistente. L'origine dello stesso può essere dovuto a degli sbalzi di peso particolarmente ampi che hanno promosso la crescita di cellule adipose in abbondanza in quella parte ed un successivo dimagrimento ha residuato una "mammella" adiposa. Anche le cure ormonali specialmente nei casi di culturisti, provocano ginecomastia.

Non è possibile eliminare la ginecomastia con dieta o dispendio energetico. L'unico modo per eliminare il problema è  la chirurgia. Il tipo di intervento però varia a seconda che si tratti di ginecomastia (aumento del volume del seno causato dall'ingrossamento della ghiandola mammaria) o pseudo-ginecomastia (aumento del seno dovuto ad eccesso di tessuto adiposo). Mentre per la ginecomastia è necessario intervenire asportando il tessuto ghiandolare nel secondo caso si effettua una mini liposuzione.

Nella pseudo-ginecomastia il chirurgo opera incidendo a lato della mammella, mentre nella ginecomastia viene interessata la zona aureolare. Le cicatrici in entrambi i casi non sono particolarmente visibili.
La pseudo-ginecomastia richiede un'incisione minima che dunque non lascerà traccia. Le cicatrice della ginecomastia, decisamente contenuta nella grandezza, sarà mimetizzata dall'areola.

 

Torna indietro

 
 

Contatti

Socio